Una passeggiata per Corfù

Corfù non è solo spiagge bellissime e stabilimenti balneari, anzi! Ti va di fare un giro per la città e di saperne di più sul patrimonio culturale di questa meravigliosa isola?  Di seguito ti consigliamo alcuni luoghi emblematici della città di Corfù e dei suoi dintorni: non perderteli!

Con i suoi quasi 30.000 abitanti, la città di Corfù raccoglie un terzo della popolazione dell’Unità regionale di Corfù (Corfù, Paxos, Antipaxos, Othoni, Erikhousa e Mathraki). È costituita dalla città vecchia (Xopoli, tra l’antica e la nuova cittadella) e da tre sobborghi di recente formazione: Mantouki al nord-ovest; Saroko, tra le colline di Avrami e Sotiros; e Garitsa, che parte dall’obelisco di Douglas verso la costa meridionale. Il centro storico si trova nella città vecchia, le cui mura hanno contenuto l’espansione urbana dando luogo a una particolare costruzione architettonica, con edifici alti a più piani, vicoli stretti (kantounia) ‒ dove gli abitanti mettono a stendere il bucato ‒ e piazzette. È la più grande città medievale conservata in Grecia e una delle più belle del Mediterraneo, classificata nel 2007 come patrimonio culturale mondiale dell’UNESCO.

Ecco una piccola selezione di luoghi che non puoi perderti se decidi di scoprire più da vicino Corfù:

  La Spianada. È la piazza centrale della città, una delle più grandi e impressionanti del paese. Fu progettata nei secoli XVII e XVIII quando, su di una superficie che costituiva all’epoca un terzo dell’agglomerato urbano, i veneziani aprirono la Spianata di fronte alla fortezza vecchia, nell’ambito dei lavori di fortificazione a protezione della città, per creare un vasto campo di tiro per i difensori in caso di attacco. È il luogo di ritrovo per eccellenza di residenti e visitatori, ed è anche teatro della maggior parte degli eventi che si tengono in città: concerti, processioni, sfilate, gare di cricket (sull’erba), etc. Di fronte ad essa si trova il Pentofanaro, ideale per praticare lo skateboard, il monumento dell’Unione delle sette isole, la cisterna veneziana e un chiosco che ospita ancora i concerti delle orchestre filarmoniche.

  Il Liston, uno degli edifici più conosciuti della Spianada, con i suoi emblematici portici. Fu costruito dall’ingegnere francese Lesseps, durante il periodo in cui l’impero d’oltralpe amministrava l’isola, sul modello della parigina rue de Rivoli. Costellato di pasticcerie, caffè e boutique, è un popolare punto di incontro dall’atmosfera cosmopolita.

  Il Palazzo di San Michele e San Giorgio, imponente costruzione in stile georgiano edificata tra il 1819 e il 1823. Questo palazzo, riccamente decorato, presenta magnifiche porte e un colonnato dorico. Fu sede dei commissari inglesi del Senato ionico e dell’Ordine di San Michele e San Giorgio. Oggi ospita l’importante Museo d’arte asiatica, con circa 10.500 oggetti d’arte donati da privati e provenienti da India, Cina, Corea, Pakistan, Giappone etc., nonché la Pinacoteca municipale, in cui sono principalmente esposte opere di artisti di Corfù, dal XIX al XX secolo.

  La Società di lettura, la più antica istituzione intellettuale della Grecia moderna.

  La porta d’Agios Nikolaos (San Nicola). Di fronte alla Società di lettura, al di sotto della strada principale, si trova la piccola baia di Faliraki e la famosa spiaggia (un tempo privata) denominata bagni di Alekos.

•  Mouragia, uno dei quartieri più belli della città. Da lì si percorre via Arseniou, che parte dal vecchio porto e arriva fino al palazzo di San Michele e San Giorgio, sulla piazza centrale. In questo quartiere (via Arseniou nº 1) si trova il Museo Dionysios Solomos, nella casa dove visse per circa trent’anni, fino alla sua morte nel 1857, il poeta autore dell’Inno alla libertà, che diede le parole all’inno nazionale greco.

  La Fortezza vecchia, costruita su una penisola vicina alla Spianada. Per ragioni difensive, la penisola fu trasformata in isola per mezzo del fossato artificiale di Contra Fossa. La fortificazione, avviata dai Bizantini, fu poi proseguita dai Veneziani. È unità alla città attraverso un maestoso ponte. I monumenti più importanti della fortezza vecchia sono la porta centrale, i bastioni di Savorgnan, Martinego e Mandraki, le torri della terra e del mare, la chiesa di Agios Georgios (1840), una basilica costruita sul modello di un antico tempio dorico, una cappella cattolica, le ex prigioni, le due caserme inglesi e l’ospedale inglese. Inoltre potranno essere ammirati il Faro, la torre dell’orologio, la Biblioteca centrale municipale e gli Archivi storici.

•  Campiello, il più antico quartiere di Corfù, con la chiesa di Panagia Kremasti e la piazza che ospita un pozzo veneziano.

•  Kanoni, uno dei luoghi più turistici di Corfù, con una splendida vista sul monastero di Vlacherna, su Pontikonissi, sulla laguna di Chalikiopoulou e sull’aeroporto.

•  Pontikonissi, isolotto diventato l’emblema di Corfù e che, secondo la mitologia, rappresenta un’imbarcazione dei Feaci pietrificata.

•  Mon Repos (3 km a sud). Una visita in questo ambiente da favola è di rigore. L’edificio neoclassico fu la residenza estiva dell’ex famiglia reale greca. La villa, originariamente costruita per ospitare il curatore inglese Sir Frederick Adam e sua moglie Diamantina Palatianou, originaria di Corfù, è un capolavoro dell’architettura neoclassica del XIX secolo. Qui si trova il Museo archeologico di Palaiopoli, di dimensioni modeste ma interessante.

•  Palaiopoli, sito archeologico situato vicino alla tenuta di Mon Repos. Si tratta dell’agorà della vecchia Kerkyra. Inoltre vale la pena visitare il tempio di Apollo (nella villa di Mon Repos, insieme alle rovine di un tempio dedicato alla dea Era), i bagni romani, l’agorà e una costruzione di fine epoca ellenistica.

Una cosa è certa: se ne hai abbastanza di giri in barca, sport nautici, spiagge di sabbia bianca e acque turchesi… Corfù saprà anche deliziarti con il suo vasto patrimonio culturale da scoprire passeggiando.

Aggiungi il tuo commento

Condividi


GLI ULTIMI COMMENTI SU QUESTO POSTO

Tutti i campi sono obbligatori

La tua esperienza personale può essere di grande aiuto agli altri viaggiatori. Grazie!

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Alcuni angoli simili