162

Tolosa: 3 visite insolite

Ci sono diversi modi di visitare Tolosa: con una guida turistica, con una semplice mappa o con l’aiuto del GPS. Potete fare una passeggiata affidandovi al caso e sperare di trovare una rara perla architettonica o un buon ristorantino, ma potete anche scegliere un’opzione più insolita, di quelle che provano che Tolosa è una città da vivere, non solo da visitare. Scopritela nell’articolo!

  1. Il rally urbano

Un raccoglitore, un quaderno d’appunti, fogli di risposte e…zaino in spalla! Ecco gli strumenti necessari per esplorare Tolosa con la caccia al tesoro di Granhòta (9 €). In circa tre ore, potrete percorrere a piedi monumenti, stradine, palazzi signorili e luoghi d’interesse. Risponderete a delle domande sul patrimonio, cercherete codici segreti, decifrerete rebus, vi imbatterete in anagrammi e scoprirete nuovi alfabeti. Insomma, imparerete a conoscere la città, il suo patrimonio e i suoi personaggi famosi con una squadra e attraverso una sfida amichevole. Saprete che si possono vedere le ossa di San Tommaso d’Aquino una volta l’anno, che la vergine nera della Daurade è vestita da un grande stilista, che il fantasma di Simon de Montfort infesta i quartieri. Non solo: incontrerete la tolosana più anziana, utilizzerete stradine sconosciute e conoscerete meglio di un tolosano le storie più belle della città rosa.

  1. Il tolosano vero

Non vi piace fare indagini? Preferite passeggiare con tranquillità in città come se vi ci abitaste? Non vi piace che vi si etichetti come turista? Allora provate Toulouse Greeters! L’associazione riunisce abitanti che si propongono come guide turistiche, gratuitamente.

In circa due ore vi porteranno nel loro quartiere, alla scoperta di luoghi culturali, storici e dei commercianti locali. Vi faranno scoprire il loro ristorante preferito, il bar che gli piace di più o il festival del momento. Sei un fan di aeronautica? Hai una passione per il circo, per i prodotti locali, per la storia o la street art? Scegliete il “Greeter” migliore, ossia l’accompagnatore migliore, in base alle vostre preferenze e a cosa volete vedere. Non è una guida ufficiale; vi farà scoprire la sua visione personale della città e condividerà con voi la sua passione, gratuitamente!

  1. I fotografi compulsivi

Siete quel tipo di persona che fa turismo tramite l’obiettivo di una macchina fotografica e che condivide ogni spostamento su un’app? Siete quindi clic-dipendenti? Allora “Instameet” è fatto per voi! A Tolosa, una banda di fanatici della fotografia ha creato un gruppo dinamico sul social media Instagram. Si ritrovano per delle passeggiate a tema, catturano la città dagli angoli più visivi e insoliti e postano tutto su Instagram con l’hashtag #IgersToulouse. Questi incontri sono quasi sempre aperti a tutti e a volte hanno luogo anche fuori città, come ad Albi o a Rocamadour. Allora…appuntamento sull’account di Instagram(ers) Toulouse!

Aggiungi il tuo commento

Condividi


GLI ULTIMI COMMENTI SU QUESTO POSTO

Tutti i campi sono obbligatori

La tua esperienza personale può essere di grande aiuto agli altri viaggiatori. Grazie!

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Alcuni angoli simili