LASCIATI ISPIRARE DA NAPOLI

Napoli è forse la città più autentica d’Italia, ed è stata il crocevia di imperi e culture nel corso dei secoli. Fieramente autentica, la sua storia notevole, i suoi punti di riferimento e, soprattutto, il carattere genuino della sua gente hanno reso questa città una delle mete più interessanti da visitare nel Mediterraneo. Con vista sul Vesuvio (il vulcano che ha trasformato in cenere la città romana di Pompei) e a un giro in barca nelle isole di Ischia o Capri e dalla Costiera Amalfitana, Napoli ha quasi tutto quello che si può desiderare per una vacanza o una visita perfetta: paesaggi e coste mozzafiato, un centro città in fermento con centinaia di angoli sorprendenti, cibo fantastico e gente vivace. Napoli è stata l’ispirazione di molti, tra cui i romanzi napoletani di Elena Ferrante, o i classici hollywoodiani come La baia di Napoli (1960). Ammirata in Italia e all’estero, l’esperienza di un viaggio a Napoli segnerà quasi certamente a lungo i visitatori.

Per scoprire di più su Napoli, ti consigliamo i seguenti libri e film per chi vuole farsi ispirare dalla grandezza di questa città.

L’amica geniale (romanzo)
Di Elena Ferrante


«Capolavoro moderno di una delle autrici più acclamate d’Italia, L’amica geniale è una storia ricca, intensa e generosa di due amiche, Elena e Lila. Lo stile inimitabile di Ferrante si presta perfettamente a un ritratto minuzioso di queste due donne, che è anche la storia di una nazione e una toccante meditazione sulla natura dell’amicizia. Attraverso la vita di queste due donne, Ferrante racconta la storia di un quartiere, di una città (Napoli) e di un paese che si trasforma in modi che, a loro volta, trasformano anche il rapporto tra le due protagoniste.»

—Recensione di Goodreads

L’amica geniale è una serie di 4 romanzi sulle esperienze psicologiche e di vita di due amiche e la loro crescita, dall’infanzia all’età adulta, mentre provano a crearsi una vita nel contesto e nella difficoltà del loro povero rione di Napoli.

Attraverso la vita di queste due donne, Ferrante racconta la storia di una città e di un paese che si trasforma in modi che, a loro volta, trasformano anche il rapporto tra le protagoniste. Le opere sono state acclamate in tutto il mondo e sono state adattate in opere teatrali, e perfino in una serie TV di HBO intitolata L’amica geniale.

Elena Ferrante è lo pseudonimo di una scrittrice anonima italiana, forse la scrittrice più popolare di sempre ad aver scritto libri di narrativa che hanno luogo a Napoli.

Ferrante è una delle grandi narratrici del mondo. Con L’amica geniale ha regalato ai suoi lettori una trama abbondante, generosa e magistrale che si legge tutta d’un fiato ma che è anche un’elegante opera di narrativa letteraria destinata a deliziare i lettori per molte generazioni a venire.

«Ferrante trasforma l’amore, la separazione e il ricongiungimento di due povere ragazze di città nella tragedia generale della loro città.»
The New York Times

«L’amica geniale […] è stupefacente: un’intensa esplorazione forense dell’amicizia tra Lila e la narratrice della storia, Elena. L’evocazione di Ferrante del rione operaio dove Elena e Lila si incontrano per la prima volta come due sagaci bambine di otto anni è cinematografica nella densità dei dettagli.»
Supplemento letterario di The Times

«Elena Ferrante sta dimostrando che la letteratura può curare i nostri mali attuali; può curare lo spirito agendo come antidoto ai tentativi nervosi che facciamo per vederci riflessi nell’attualità di un Paese sempre più ripugnante.»
Il Mattino

Pompei
di Robert Harris

 

«Con la sua inconfondibile eleganza e intelligenza Robert Harris ricrea un mondo sull’orlo del disastro.

Lungo tutta la costa mediterranea, i cittadini più ricchi dell’impero romano si rilassano nelle loro lussuose ville, godendosi gli ultimi giorni d’estate. La più grande marina del mondo giace pacificamente ancorata a Miseno. I turisti spendono i loro soldi nelle località balneari di Baia, Ercolano e Pompei.

Ma lo stile di vita spensierato e il tempo splendido nascondono un cataclisma incombente, e solo un uomo è preoccupato. Il giovane ingegnere Marco Attilio Primo ha appena preso in carico
l’Acqua Augusta, l’enorme acquedotto che porta acqua dolce a un quarto di milione di persone in nove città del Golfo di Napoli. Il suo predecessore è scomparso. Le sorgenti non funzionano per la prima volta da generazioni. E ora c’è una crisi sulla linea principale di Augusta, lunga sessanta chilometri, da qualche parte a nord di Pompei, alle pendici del Vesuvio.

Attilio, dignitoso, pratico e incorruttibile, promette a Plinio, il famoso studioso che comanda la marina, di poter riparare l’acquedotto prima che il serbatoio si prosciughi. Il suo piano è quello di recarsi a Pompei e di organizzare una spedizione, per poi dirigersi verso il luogo in cui crede si trovi il problema. Ma Pompei si rivela una città corrotta e violenta, e Attilio scopre ben presto che ci sono forze potenti all’opera, sia naturali che artificiali, che minacciano di distruggerlo.»

—Recensione di Goodreads

FILM

 

L’ultimo giorno di Pompei (Documentario)


«Una docufiction della BBC che racconta l’eruzione del Vesuvio del 24 agosto 79 d.C.
L’eruzione ricoprì di cenere le città romane di Pompei ed Ercolano, uccidendo tutti coloro che rimasero intrappolati tra il vulcano e il mare. Il documentario ritraeva le diverse fasi dell’eruzione.

Fate un passo indietro nel tempo e visitate la città scomparsa nel suo ultimo giorno, mentre il possente vulcano Vesuvio esplode generando il caos durante 24 ore. Il 24 agosto 79 d.C., i cittadini di Pompei vedono il giorno trasformarsi in notte quando 4 miliardi di tonnellate di pomice, roccia e cenere esplodono dal Vesuvio.

L’ultimo giorno di Pompei utilizza prove archeologiche, compresi gli scritti di un sopravvissuto, per svelare e interpretare il mistero di quelle ore finali. Sontuosi effetti speciali ricostruiscono ogni fase dell’eruzione cataclismica del Vesuvio e il suo impatto su soldati, schiavi, famiglie e innamorati che lottano contro la tragedia che si sta consumando.

Uno dei più grandi disastri naturali – e i giorni più fatidici – prende vita in questa docufiction acclamata dalla critica.»

— topdocumentaryfilms.com

 

Benvenuti al Sud
Regia di Luca Miniero (2010)


Il frustrato direttore delle poste Alberto (Claudio Bisio) è alla ricerca di un trasferimento nella città dei suoi sogni, Milano, ma viene invece bandito nella filiale di un paesino al sud. La famiglia è talmente terrorizzata del “giù” che la moglie di Alberto (Angela Finocchiaro) decide di rimanere insieme al figlio.

Alberto arriva in una piccola cittadina sul mare vicino a Napoli con un giubbotto antiproiettile e armato dei tipici cliché del nord Italia sul sud – è insopportabilmente caldo, sporco e pieno di ladri e assassini. Naturalmente, è conquistato dalla calda e amichevole gente del posto, soprattutto il postino (Alessandro Siani, il migliore del gruppo) e l’impiegata postale (Valentina Lodovini), che nutrono un amore segreto l’uno per l’altra e che insegnano ad Alberto un po’ dell’incomprensibile dialetto locale.

Il film richiede molta sospensione dello scetticismo ma è perfettamente divertente e un po’ buffo. Una grande commedia.

 

LA NOSTRA PLAYLIST DI SUD ITALIA

Ricorda che se vuoi scoprire la musica più popolare del sud Italia, è disponibile la nostra playlist su Spotify. Non te la perdere!

 

DOVE VOLIAMO DA/PER NAPOLI

Se hai già deciso di visitare Napoli, la sua storia tumultuosa, la sua gente appassionata e il miglior cibo d’Italia, dai un’occhiata alle nostre offerte di voli e saremo lieti di portartici. Con Volotea puoi sempre prenotare il tuo volo al prezzo migliore.


banner_nap_routesv3

Aggiungi il tuo commento

Condividi


GLI ULTIMI COMMENTI SU QUESTO POSTO

Tutti i campi sono obbligatori

La tua esperienza personale può essere di grande aiuto agli altri viaggiatori. Grazie!

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Alcuni angoli simili


Più angoli di Napoli