euroflora

Euroflora 2018, la primavera sboccia a Genova

Nervi è un gioiello di tranquillità. L’ultimo quartiere a Levante di Genova, già affacciato sulla Riviera che porta a Portofino e alle Cinque Terre, ricorda ciò che era un secolo fa. Una stazione balneare di lusso, grande prestigio. Lungo viale delle Palme, verso la stazione, si respira la calma delle ville di fine Ottocento, e percorrendo in moto la strada che da via Oberdan diventa via Casotti – nelle prime giornate di maggio – si viene investiti dai colori vivaci delle bouganville e dai profumi intensi delle ultime mimose.

Una terra piccola e nascosta, Nervi. Lontana dalla città, anche mentalmente. Un rifugio di lusso che dal 21 aprile al 6 maggio ospiterà la nuova edizione di Euroflora, all’interno dei Parchi. Complesso botanico formato dall’unione di antichi giardini privati, i Parchi di Nervi rispondono al Comune di Genova dai primi decenni del Novecento. Con una superficie di quasi 100mila metri quadrati, rappresentano il polmone verde della città per antonomasia.

Tra le ville ancora presenti, che ospitano fondazioni e musei d’arte, prenderà vita la nuova edizione di Euroflora, storica manifestazione floreale che ha accolto centinaia di migliaia di visitatori nelle dieci edizioni precedenti. Per la prima volta nella sua storia Euroflora sarà allestita en plein air, uscendo dalla sua usuale collocazione della Fiera di Genova.

Gli ingressi avranno un tetto massimo di 20.000 visitatori al giorno, per consentire una visita gradevole e per assicurare che il trasporto verso i Parchi di Nervi sia sostenibile per la città. La creazione di Euroflora in questa zona di Genova, infatti, sfida la già complessa struttura di viabilità del levante cittadino, e per questo motivo si punterà solo sul trasporto pubblico, via treno e su navette dedicate.

La nuova edizione prevede la realizzazione di opere d’arte floreali da parte di oltre 250 florovivaisti, paesaggisti e decoratori, che si sono prefissati l’obiettivo di trasformare i grandi prati verdi dei Parchi in suggestioni artistiche, percorsi musicali e tesori botanici. Oltre otto ettari di superficie da rimodellare, piantando milioni di fiori e piante originarie di ogni parte del mondo. Un viaggio floreale nel colore, nella storia del luogo e nei profumi.

Un’idea poetica per scoprire Genova nella sua stagione migliore, la primavera. Dove poter esplorare la città con un primo caldo sole, e per scoprire una nuova edizione di Euroflora che si prefigge l’obiettivo di entrare nella storia di Genova.

Aggiungi il tuo commento

Condividi


GLI ULTIMI COMMENTI SU QUESTO POSTO

Tutti i campi sono obbligatori

La tua esperienza personale può essere di grande aiuto agli altri viaggiatori. Grazie!

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Alcuni angoli simili