img_3031

E se partendo da Strasburgo si trascorresse una giornata a Metz

Trovarsi a Strasburgo e andare a Metz! L’idea potrebbe sorprendere visto l’antagonismo esistente tra l’Alsazia e la vicina Lorena. Detto fatto, ecco le due città riunite nella stessa regione. Non lontana l’una dall’altra, è sufficiente un’ora e mezza per andare alla scoperta di Metz.

Un Centro Pompidou a Metz

Viaggiando con il treno, si arriva direttamente in stazione. Il fabbricato è imponente. La stazione di Metz è una delle tre stazioni monumentali costruite durante l’annessione dell’Alsazia-Mosella dall’Impero tedesco. Si tratta di un monumento storico in cui modernità e simboli storici si fondono nella sua architettura “modern style”.

Ci imbattiamo in questa architettura massiccia, prima di andare a scoprire il resto della città. Una delle opportunità nelle immediate vicinanze è sicuramente il Centre Pompidou-Metz, prima decentralizzazione dell’istituto parigino. Gli amanti dell’arte moderna non mancheranno di dedicare un paio d’ore alla visita, appena scesi dal treno.

Il Magasin aux Vivres di Christophe Dufossé

Se amate le tavole ben apparecchiate, immancabile è una prenotazione da Christophe Dufossé. Nella splendida cornice del Magasin aux Vivres, lo chef stellato e sua moglie gestiscono qui un meraviglioso albergo, una brasserie gourmet e un ristorante gastronomico apprezzato dagli intenditori.

Abbiamo deciso di andare a scoprire la carta di questo ristorante citato sulla Guida Michelin. Siamo certi che apprezzerete i menù della brasserie e la rivisitazione della Quiche Lorraine.

Se andate di fretta, fermatevi per il pranzo o la cena al ristorante gastronomico. La qualità delle portate, gli accordi con i vini e la bellezza dei piatti ne fanno un indirizzo eccezionale. Lo Chef è attento alla clientela e un gran numero di utenti seguono la sua pagina Facebook.

6500 m² di vetrate

Dopo la cultura e la gastronomia, la scoperta del cuore di Metz vi permetterà di prolungare il vostro soggiorno. Percorrete le antiche strade fino all’affascinante Cattedrale di Saint-Etienne, che di notte è ancor più radiosa. Dovrete per lo meno varcarne la soglia per scoprire i suoi 6500 m2 di superfici vetrate, che annoverano, tra le più moderne, quelle di Marc Chagall.

Sedotti come noi dalla città, vi lascerete il cuore. Un ristorante o una bella terrazza sotto la cattedrale vi permetterà di prolungare il piacere della scoperta … prima di riprendere la via per Strasburgo.

Informazioni pratiche

Preparate la vostra visita : http://www.tourisme-metz.com

Verso la fine dell’anno, interessante il mercatino di Natale organizzato a Metz, che potrà aggiungersi agli altri mercatini alsaziani che meritano una visitare.

Aggiungi il tuo commento

Condividi


GLI ULTIMI COMMENTI SU QUESTO POSTO

Tutti i campi sono obbligatori

La tua esperienza personale può essere di grande aiuto agli altri viaggiatori. Grazie!

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Alcuni angoli simili