vrn

Cinque chiese di Verona dall’atmosfera mistica

Verona è una città piena di chiese. Wikipedia ne elenca almeno una cinquantina solo nel centro e nei suoi dintorni. Alcune sono capolavori architettonici con al proprio interno importanti opere d’arte, doverosamente segnalate dalle principali guide turistiche: il Duomo, San Zeno, Santa Anastasia, San Fermo. Accanto a queste, ce ne sono altre – poco note, spesso anche agli stessi veronesi – dove affonda le sue radici la profonda tradizione cristiana della città. Sono luoghi pervasi da grande misticismo. Che si sia credenti o no, non si può non rimanerne colpiti.

Sante Teuteria e Tosca. È la chiesa più antica di Verona e dell’intero Veneto, consacrata nell’anno 751 a due sante oggi praticamente sconosciute. Si trova a fianco della più recente chiesa dei Santi Apostoli, in una piazzetta alle spalle di piazza Bra. La chiesa è molto piccola e in parte sotto il livello stradale: scendendo i gradini sembra di entrare in una catacomba. Ha una curiosa pianta quadrata con la fonte battesimale al centro, attorno alla quale ci si raccoglie per il rito, come facevano probabilmente i fedeli agli albori del cristianesimo. È un luogo, questo, che porto nel cuore perché qui ho fatto battezzare mia figlia.

San ProcoloQuando ero un bambino e passavo le mie giornate d’estate a calciare un pallone in piazza San Zeno, San Procolo (consacrata a uno dei primi vescovi di Verona) era sempre chiusa. Sul suo lato destro c’era un magazzino, mi pare di ricordare anche un cinema, per dire di quanto fosse bistrattata. Per tanto tempo mi sono chiesto cosa nascondesse l’interno di quella misteriosa chiesa, le cui origini si perdono nel periodo paleocristiano, con quella facciata “povera” fatta di pietre e ciottoli di fiume. Fortunatamente, un restauro l’ha successivamente salvata dall’abbandono, riportando alla luce anche alcuni affreschi del XII secolo. La chiesa è una sola navata, ma la parte più interessante si trova sottoterra: alcuni gradini conducono infatti alla cripta che ha all’interno i resti di una antichissima necropoli pagana, a ricordarci che proprio da qui passava l’antica via Gallica, una delle “autostrade” dell’Impero Romano.

San Lorenzo Martire. L’ho scoperta da bambino, durante una gita scolastica, e non me la sono mai più dimenticata. La particolarità che mi è rimasta impressa di questa chiesetta medievale, stretta tra l’Adige e corso Cavour (ma non visibile dalla strada), è la presenza dei “matronei”: si tratta di loggiati, affacciati sulla navata centrale e raggiungibili percorrendo delle scalette, riservati esclusivamente alle donne nei tempi in cui, perfino in chiesa, dovevano restare fisicamente separate dagli uomini.

Santa Maria Antica. Si trova nel cuore di Verona, a ridosso di piazza dei Signori e alle spalle delle Arche Scaligere, le tombe dei signori di Verona di cui fu la cappella privata. Risale al 1185, fu costruita sui resti di una cappella longobarda del VII secolo di cui è rimasto solo il pavimento a mosaico. L’interno è a tre navate, nel classico stile romanico, e l’atmosfera è austera. Qui, ogni anno, si concentra il culto di Santa Rita. Il 22 maggio, a cominciare dalle prime ore dell’alba, le signore di Verona fanno tappa qui per benedire delle rose e rivolgere le proprie preghiere alla santa dei “casi impossibili”.

San Rocchetto Sulle colline di Verona c’è un piccolo eremo, che è un’oasi di pace, silenzio, tranquillità e spiritualità. Lo si raggiunge solo a piedi dalla frazione di Quinzano, oppure dalla chiesa di San Rocco, ai piedi della collina. La salita è ripida, ma una volta arrivati si è ripagati da una vista notevole sulla città. Il contesto è bucolico: prati verdi, aiuole ben curate, alberi di olivo, pergole di vite. La piccola chiesetta,  incorniciata da un portico, è decorata con un ciclo di affreschi sulla vita di San Rocco. Dall’eremo partono alcuni sentieri che permettono di addentrarsi alla scoperta delle colline circostanti, dove i contadini del luogo coltivano la vite e l’olivo. È un tuffo nel passato: non sembra nemmeno di essere ad appena dieci minuti dal centro di Verona.

Aggiungi il tuo commento

Condividi


GLI ULTIMI COMMENTI SU QUESTO POSTO

Tutti i campi sono obbligatori

La tua esperienza personale può essere di grande aiuto agli altri viaggiatori. Grazie!

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Alcuni angoli simili