1

Burano e i suoi colori

Un giro per l’isola che del colore ha fatto la sua peculiare caratteristica e che con le sue abitazioni policrome ci mette di buonumore, infondendo allegria al visitatore.

Nell’iconografia della laguna veneziana un posto d’onore, dopo la piazza S. Marco, va senz’altro riservato all’isola di Burano.

Si tratta di una policromia molto spesso vista nelle foto di depliant turistici, che colpisce e stupisce l’immaginazione del visitatore.

4

Ecco allora che, dopo la consueta visita della città, un’escursione alle maggiori isole della laguna non può mancare, per soddisfare la curiosità e ammirare questa tavolozza di colori che si offre al visitatore con un altresì multicolorato paesaggio, che sorge dalle acque della laguna.

Un colpo d’occhio particolare se, per arrivare a Burano, si utilizza la linea 14 del servizio di navigazione cittadino ACTV.

Partiti da Venezia in direzione del Lido, si solcano le acque del bacino di S. Marco godendo di un panorama che affascina sempre anche chi come me qui ci è nato e ci ha vissuto, mentre alle nostre spalle Venezia e il suo simbolo più noto, la piazza S. Marco, lentamente si allontanano alla vista.

3

Lasciato il Lido e dirigendosi verso Punta Sabbioni, si passa davanti alla chiesa di S. Niccolò e dopo poco, a sinistra, ecco la mole del forte di S. Andrea, un tempo difesa dell’ingresso lagunare.

Dopo una navigazione tra canali costeggianti, le “barene” (terreni a filo d’acqua , spesso sommersi dalla marea, dove vivono un’ampia varietà di volatili), ecco che dalle acque si vede spuntare il campanile di Burano, caratteristico per la sua inclinazione, che fa da guardiano alle case colorate dell’isola, le quali si offrono agli occhi come un miraggio.

Per molti degli abitanti dell’isola l’occupazione principale risulta essere la pesca e, lungo i suoi canali, si possono osservare imbarcazioni con strane attrezzature a bordo utilizzate a tal fine, una caratteristica che, per gli amanti della cucina di mare, prevede una tappa d’obbligo in uno dei numerosi ristoranti o trattorie che offrono un’ampia scelta di piatti con il “pescato” della laguna.

Consiglio un giro per luoghi insoliti alle prime luci del mattino, quando l’isola non è ancora presa d’assalto dalla moltitudine di visitatori, o al tramonto; entrambi donano alle barene e ai canali un incanto inatteso.

2

Aggiungi il tuo commento

Condividi


GLI ULTIMI COMMENTI SU QUESTO POSTO

Tutti i campi sono obbligatori

La tua esperienza personale può essere di grande aiuto agli altri viaggiatori. Grazie!

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Alcuni angoli simili