Bordeaux S.O GOOD, il territorio a tavola

La prima edizione di Bordeaux S.O GOOD, festival della gastronomia e dell’arte del vivere, è stata lanciata quasi timidamente cinque anni fa. L’iniziativa ha avuto un successo così grande che è stata poi riproposta. A fine novembre, Bordeaux S.O GOOD è ormai l’appuntamento dei golosi, dei buongustai e dei curiosi.

La prima edizione di Bordeaux S.O GOOD, dove SO significa così in inglese ma è anche l’iniziale di sud-ovest, mi aveva colpita. L’idea è originale e risponde bene alle aspettative degli abitanti di Bordeaux e dell’Aquitania, degli intenditori per tradizione. La Camera di commercio e dell’industria di Bordeaux, unitasi a diversi partner per organizzare tre giornate di celebrazioni, ha scelto per quest’anno le date dal 16 al 18 novembre. Un week-end in cui Bordeaux diventa capitale internazionale della gastronomia.

Sarà lo chef Pierre Gagnaire , padrino di questa quinta edizione, a guidare un centinaio di chef. Si daranno da fare ai fornelli in tutti gli angoli di Bordeaux. Non importa il budget a disposizione, tutti possono partecipare: sarà possibile gustare un boccone d’ingegno che unisce ingredienti inaspettati o partecipare a cene sfarzose, passando per pranzi alla buona. Saranno presenti tutti i tipi di prodotti, da dolci a salati, senza esclusioni.



È d’obbligo passare da Hangar 14, sulla riva della Garonna, ribattezzato per l’occasione “Sala golosa” e trasformato in un gigante mercato che accoglie diverse manifestazioni. Un momento importante da non perdere sono le vendite dell’Asta di Arcachon che si sposta a Bordeaux. È possibile portarsi a casa del pesce fresco acquistato all’asta.

E per sapere come cucinare bene tutti questi prodotti del territorio, sono previsti laboratori pratici per grandi e piccini con degli atelier di cucina. Fanno anche parte di Bordeaux S.O GOOD gli itinerari del gusto, con degustazioni a ogni fermata. E per i più seri, ci sono dibattiti su tematiche come nutrizione, piacere, mangiar bene, arte di vivere, agricoltura sostenibile o biodiversità.



Le proposte sono tante e bisogna preparare il week-end in anticipo per potersi organizzare al meglio. Alcune manifestazioni sono a ingresso libero, altre sono a pagamento. È possibile acquistare in anticipo sul sito di Bordeaux S.O GOOD o in persona un Pass che permette di provare delle originali creazioni culinarie. Soprattutto, è importantissimo prenotare un posto per la Notte dei banchetti sul sito di Bordeaux S.O GOOD a partire dal 25 settembre. Si tratta di una quindicina di banchetti organizzati ognuno da uno chef prestigioso e in un luogo inatteso, come una libreria o un museo. Sono di grande successo, e i posti si esauriscono all’apertura della biglietteria. L’ambientazione, il menù, i vini che lo accompagnano spiegano questo entusiasmo che non si smentisce mai da un’edizione all’altra. Per gli audaci, è previsto un banchetto al buio. Quest’anno, il paese invitato sarà l’Italia. Un connubio che si annuncia eccezionale tra i sapori mediterranei e la gastronomia del sud-ovest.

Dove: Vedi sulla cartina qui.

Aggiungi il tuo commento

Condividi


GLI ULTIMI COMMENTI SU QUESTO POSTO

Tutti i campi sono obbligatori

La tua esperienza personale può essere di grande aiuto agli altri viaggiatori. Grazie!

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Alcuni angoli simili