Bacalan, il quartiere artistico di Bordeaux

Bacalan è un quartiere di Bordeaux che si estende lungo la Garonna. A lungo ignorato dagli abitanti di Bordeaux, che lo consideravano troppo popolare, è ora oggetto di interventi di riconquista urbana. Lo status di “terra incognita” gli ha permesso di ospitare esperienze artistiche fuori dai sentieri battuti.

Se ormai i movimenti delle gru affaccendate a costruire nuovi edifici sono all’ordine del giorno nel cielo di Bacalan, il quartiere conserva ancora un pizzico di marginalità e un mix di tradizione, abbandono, contraddizioni e iniziative artistiche che gli conferiscono il suo fascino. Basta spingersi un po’ più in là della Cité du Vin per rimanerne conquistati.

Il progetto Les Vivres de l’Art incarna lo spirito di questo improbabile quartiere dove fioriscono tag e graffiti. Les Vivres de l’Art è stato creato circa dieci anni fa dall’artista Jean-François Buisson per riqualificare edifici storici, tra cui due magazzini in pietra dell’ex area Vivres de la Marine, in Place Victor Raulin. Costruiti tra il 1786 e il 1789 da Joseph Teulère, servivano a stoccare le derrate alimentari della Marina che arrivavano o venivano spedite dal porto di Bordeaux. L’edificio principale situatovi di fronte, con un bel frontone in cui è cresciuto un albero, è in rovina, senza tetto e senza finestre, anche se è classificato come monumento storico. Il restauro dei due magazzini occupati da Vivres de l’Art è appena stato terminato. Le porte in metallo arrugginito, lavorate da Jean-François Buisson, sono tutte diverse l’una dall’altra con tagli, rientranze e rilievi di grande impatto grafico.







Sue sono anche le spettacolari sculture installate in tutta l’area. Per ravvivare il luogo, invita artisti residenti nei suoi laboratori, ospita eventi, sfilate di moda o spettacoli. Un modo per rendere vitale la creazione contemporanea.

Tra i due magazzini, una vecchia fortificazione costruita durante la Seconda guerra mondiale funge da terrazza per un bar. E ovunque, sotto i grandi alberi, vengono allestiti tavoli per rinfrescarsi e panchine-sculture per sedersi ad assorbire l’atmosfera del luogo.





Dove: qui

Aggiungi il tuo commento

Condividi


GLI ULTIMI COMMENTI SU QUESTO POSTO

Tutti i campi sono obbligatori

La tua esperienza personale può essere di grande aiuto agli altri viaggiatori. Grazie!

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Alcuni angoli simili