elicottero_sanmarco02

Alla scoperta di Venezia a piedi, in barca o volando

Per chi soggiorna qualche giorno o già conosce la città e ritorna per approfondirne la conoscenza, dopo i consueti e noti itinerari, ne esistono altri sia tra la folla che quasi in solitudine con differenti prospettive.

Andando in giro a piedi per la città, perdendosi per le strette calli e campielli, alla scoperta di angoli nascosti e meno battuti dalla grande folla del turismo é possibile conoscere Venezia in modo più profondo.

Un’ esperienza simpatica ed insolita si può fare partecipando alla “Su e zo per i ponti”, un appuntamento annuale per una passeggiata non competitiva che si ripete la prima domenica di aprile, e quest’ anno giunta alla  39° edizione.

Due percorsi da affrontare, uno completo ed uno ridotto, da scegliere secondo le proprie capacità, che vede partecipanti di ogni età, con intere famiglie dai nonni ai nipotini, per questo tour che, partendo e concludendosi in Piazza S. Marco,  tocca parti un po’ meno note della città con una passeggiata senza vincitori dove ognuno all’ arrivo riceve la sua medaglia ricordo.

Altro modo per vedere la città, più specifico e tipico per Venezia, é quello dall’ acqua.

Annualmente l’ ultima domenica di maggio o la prima di giugno si svolge la “Vogalonga” che percorre tutta la laguna, un appuntamento impegnativo con i suoi 33 chilometri fatti vogando, da affrontare da chi é ben allenato.

Oltre al classico giro in gondola per i canali della città dall’ acqua la città può essere vista partecipando ad uno dei  giri  in kayak che, da qualche anno si organizzano partendo dall’ Isola della Certosa, con escursioni guidate in gruppo a bordo di queste imbarcazioni, scoprendo la città dal “pelo dell’ acqua”.

Una volta si potevano noleggaire barche a remi, cosa che é scomparsa, ora é possibile noleggiare soltanto imbarcazioni a motore, più adatte però al trasporto di merci che di persone, e girare per i canali della città, avendo ovviamente un minimo di conoscenza su come si conduce una barca, e facendo attenzione al traffico ed ai numerosi  limiti e divieti che esistono anche a Venezia per il traffico acqueo come del resto in tutte le città per il traffico automobilistico.

Da ultimo , sempre per andare sull’ acqua, noleggiando una “haus-boat” é possibile girare più alla scoperta della laguna e delle sue isole ed angoli remoti, non meno affascinanti della città,  ovviamente date le dimensioni di queste imbarcazioni, dei “camper sull’ acqua” non é possibile entrare nei canali della città.

Ma la scoperta della città può essere fatta anche dall’ alto,  non solo dai campanili dove si può salire, bensì da ancora più in alto.

Dall’ aeroporto Nicelli del Lido, il più antico d’ Italia dopo quello di Roma, con la sua ben conservata aerostazione originale degli anni ’30,  si possono effettuare voli in elicottero su Venezia e sulla laguna con durate e costi diversi.

Una visione dall’ alto della città, dei suoi canali, della laguna e delle sue molte isole, grandi e piccole, che lascia affascinati e stupiti anche chi conosce bene la città.

Aeroporto Nicelli

http://www.aeroportonicelli.it/

https://www.facebook.com/AeroportoNicelli/?fref=ts

 

Isola della Certosa

https://it.wikipedia.org/wiki/Isola_della_Certosa

https://www.facebook.com/pages/Isola-della-Certosa/582007705221728?hc_ref=NEWSFEED

Aggiungi il tuo commento

Condividi


GLI ULTIMI COMMENTI SU QUESTO POSTO

Tutti i campi sono obbligatori

La tua esperienza personale può essere di grande aiuto agli altri viaggiatori. Grazie!

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Alcuni angoli simili