20_2017_octobre_baravin_opt

Tolosa: 3 wine bar imperdibili

Perché a Tolosa l’aperitivo è uno stile di vita e in Francia il vino è sacro, ecco una piccola selezione di luoghi in cui potrete unire le due cose con facilità. Nella Città Rosa, i wine bar si diffondono con estrema velocità. Ne abbiamo scelti per voi tre che riuniscono tutti gli ingredienti per stare bene.

L’illustre

Entrando Au Père Louis, fate un salto indietro nel tempo. Pannelli in legno, zinco, lampadari, pianoforte: il wine bar in rue des Tourneurs ha attraversato il XX secolo senza perdere la sua autenticità e senza invecchiare. La sua architettura unica e le vecchie viste di Tolosa dipinte sui muri lo rendono oggi un monumento storico a tutti gli effetti. Da circa 130 anni (1889 per essere esatti) si può bere al banco in un’atmosfera amichevole. Qui niente sedie ma vecchie botti che fungono da tavoli alti. C’è anche qualche posto in terrazza. È il luogo perfetto per un aperitivo un po’ insolito o un calice di vino di qualità. Secco, dolce, cotto… come lo preferite! I più curiosi sceglieranno l’aperitivo della casa: un vino aromatizzato alla corteccia di china e accompagnato, perché no, da un piatto di salumi. A pranzo, Au Père Louis fa anche da brasserie. Ma noi preferiamo, una volta che cala la sera, ordinare un bicchiere al bar e unirci ai clienti abituali. Per una serata indimenticabile.

Il campione mondiale

Voglia di un posto speciale e alla moda? Entrate nell’antro del campione di Tolosa: N°5 WINE BAR. È stato eletto migliore wine bar del mondo nel giugno 2017 da «The World of Fine Wine», una delle più grandi riviste specializzate. Un titolo del tutto meritato: Thomas Cabrol, il proprietario, offre una carta dei vini con 2500 prodotti provenienti da 20 Paesi. L’accento è sui vini del Sud Ovest della Francia ma anche su Paesi esteri come Tasmania, Italia o Croazia. Si possono degustare vecchie annate e prime scelte, tra cui i famosi Romanée Conti e Pétrus. Thomas ve li presenterà tutti con una conoscenza profonda e attenta. Esitate ancora? E se vi dicessimo che abitualmente invitano uno chef per una serata con concordanza cibo/vino che fa sempre il tutto esaurito? Si compila la carta al banco, si degustano i cibi deliziosi al piano di sopra o in cantina e si servono i vini adatti tra la selezione dei 5 Enomatic. Con un self-service.

Il novellino

Qui non ci sono il corvo né l’albero della favola, ma forse un po’ di formaggio per accompagnare il vino: benvenuti a Maître Renard. L’ultimo arrivato dei wine bar di Tolosa ha sede in un indirizzo famoso e non ha fatto fatica a farsi un nome. È sempre affollato! È colpa di Bastien Vayssière, che ha aperto con una promessa di qualità e semplicità. Il locale si sviluppa in lunghezza, con un lieve effetto rétro, un pavimento invecchiato, piccoli tavoli alti e un bancone in zinco sormontato da una vetrata… Si sta un po’ stretti ma la cosa facilita le chiacchiere e gli incontri. Anche i muri fanno da richiamo ironico alle favole di La Fontaine. Per quanto riguarda il vino, c’è una carta per ogni colore e in ogni regione vinicola una selezione dettagliata di qualche bottiglia e di un bicchiere. Come accompagnamento, si ordinano piatti da condividere dagli ingredienti locali. Proprio come con i vini, Bastien seleziona i suoi prodotti con pazienza e attenzione. Un metodo che certamente ha a che fare con il successo folgorante di questo Maître Renard. Si può perfino cenare dalle 18 a mezzanotte!

Aggiungi il tuo commento

Condividi


GLI ULTIMI COMMENTI SU QUESTO POSTO

Tutti i campi sono obbligatori

La tua esperienza personale può essere di grande aiuto agli altri viaggiatori. Grazie!

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Alcuni angoli simili